DAVID DI DONATELLO 2022

david-logo

DAVID DI DONATELLO 2022

Domani sera, in diretta su Rai1, la cerimonia di premiazione della 67ma edizione dei premi ‘David di Donatello’, che possiamo definire come gli Oscar del cinema italiano, come i César lo sono di quello francese e i BAFTA di quello britannico.

La 67ma edizione dei premi ‘David di Donatello’ farà il giro del mondo in televisione, a dimostrazione del fatto che dopo gli Oscar e gli EFA (European Film Awards) i premi, non festivalieri, più prestigiosi al mondo sono quelli italiani, francesi e britannici, come sopra riportato.

Nella diretta tv di domani sera, Carlo Conti sarà affiancato da Drusilla Foer, ma arriverà anche nelle case di milioni di italiani all’estero che potranno assistere alla cerimonia in streaming su RaiPlay in Italia, e su Rai Italia in varie parti del mondo. Ma, soprattutto, alle 20.15 locali del 3 maggio, andrà in onda nell’area di New York ed in quella di Toronto; alle 17.15, sempre locali, in quella di Los Angeles ed alle 21.15 in Argentina, Brasile e Sudafrica. Il 4 maggio, invece, i ‘David di Donatello’ andranno in onda in Cina, alle ore 17.00, ed in Australia alle 19.00.

Durante la cerimonia di premiazione saranno consegnati venticinque David di Donatello, un David alla Carriera e due David Speciali. Il David alla Carriera 2022 andrà molto meritatamente a Giovanna Ralli, protagonista del cinema italiano con oltre settant’anni di straordinaria carriera. I due David Speciali assegnati nel corso di questa edizione saranno consegnati a Sabrina Ferilli e ad Antonio Capuano, una delle voci più originali del grande schermo.

“Me contro Te: Il Film – Il Mistero della Scuola Incantata”, diretto da Gianluca Leuzzi, è il film vincitore del ‘David dello Spettatore’, mentre “Belfast”, di Kenneth Branagh, è il Miglior Film Internazionale; agli Oscar, “Drive My Car” di Hamaguchi, aveva avuto la meglio su “Belfast”. Dai rumors che ci sono pervenuti è proprio l’esatto contrario che è avvenuto con le votazioni dei membri dei David). A “Maestrale”, di Nico Bonomolo, va il David di Donatello per il ‘Miglior cortometraggio’. Questi i premi già assegnati e noti, che verranno consegnati comunque domani sera. Tutti gli altri premi saranno resi noti, ovviamente, soltanto domani sera, con la classica apertura delle buste. Tra i favoritissimi, spicca “È stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino, presente nelle cinquine prestigiosissime di Oscar, EFA, BAFTA. Ma massima attenzione anche a Tornatore, Martone, ed anche a Mainetti. Non dimentichiamoci che Sorrentino, perfino dopo aver vinto l’Oscar con “La grande bellezza”, si vide ‘scippato’ del David di Donatello. Un po’ come vincere i campionati mondiali ma perdere quelli italiani!

Dopo oltre vent’anni, i David di Donatello saranno celebrati negli iconici Studi di Cinecittà. I candidati, i registi, gli attori, i produttori ed i grandi professionisti, che rendono i film italiani protagonisti a livello globale, attraverseranno i viali, i teatri, il celebrato set dell’Antica Roma, che hanno ospitato ed ospitano i grandi capolavori della storia del cinema mondiale e di Cinecittà: un lungo red carpet di 150 metri nel cuore pulsante della produzione cinematografica per festeggiare lo straordinario talento italiano.

Appuntamento, quindi, a domani sera, in diretta su Rai1.

(Franco Baccarini)

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.